Skip to the content

Gli inizi del 900

Si dice che il tornio  e' padre di tutte le macchine (e che l'alesatrice e' madre).
Ora le macchine utensili, soprattutto in produzione, fanno di tutto: fresano, torniscono, ... fanno anche il caffe'!
Quante marche e marchi abbiamo visto e trattato in 4 generazioni coinvolte in Morini e Bossi , Siderotecnica etc.!
All'inizio del 900 vi era ben poco di produzione nazionale; l'agente aveva il compito di reperire nei paesi industrialmente
piu' avanzati del nostro, i macchinari che potessero innovare e far fare un balzo produttivo alla nostra imprenditoria.
Se cerchiamo una marca di torni nei cataloghi di Carlo Naef, troviamo Magdeburg, generoso tornio parallelo di grosse dimensioni.
Durante l'autarchia sono nate in Italia fabbriche di macchine utensili, anche sponsorizzate dalla stessa Morini e Bossi, quali FIMAP per i torni e PAMA per le alesatrici.
Prestigiosi marchi erano in Europa. In Francia (fra cui Cazeneuve), in Gran Bretagna (Colchester) e numerosi negli ex Imperi Centrali: oltre a Germania ed Austria, nei paesi che erano le "officine" degli Asburgo: Boemia (Skoda e Plauert) e Moravia, Ungheria, Polonia etc.

Durante la seconda guerra mondiale il fondatore di Siderotecnica protegge il suo stock sotterrando torni e frese: al sicuro da requisitorie per costruzioni belliche e da eventi di distruzione.

naef 1

Il boom italiano e gli anni 70

La Saimp di Padova (del comm.Virginio Anselmi) produceva ottimi torni e fresatrici (ed il cugino Antonio Anselmi fabbricava gli ottimi torni FAP e Monofap). A Padova anche Breda faceva torni e trapani radiali.
I torni Saimp ebbero una evoluzione con le macchine a programma elettromeccanico e poi a CN, ed un bel giorno Saimp (passata dopo il decesso di Anselmi nell'ambito IRI) cesso' di produrre i gloriosi torni KS BS MS SS etc.
Il tornio parallelo era una macchina di vendita quotidiana: cosa facciamo?
Un contatto personale con Wilmer Graziano risolve il problema: la Graziano esporta il 98% della sua produzione, soprattutto negli USA (vedi gli attacchi mandrino CAM-LOCK e le designazioni del volteggio in pollici (SAG 12 , SAG 14,SAG 20 etc).
Con la rete di vendita SAIMP offriamo a Graziano la possibilita' di irrompere anche nel mercato domestico: e cosi' fu , anche in virtu' dell'elevatissima qualita' e raffinata progettazione e costruzione delle macchine.
Solo Cazeneuve ci andava vicino! Importato all' epoca da Celada.
Poi Wilmer Graziano decede ed in pochi anni l'azienda perde il cuore e l'anima, confluendo ,dopo varie vicissitudini, in quello che oggi e' il gruppo DMG MORI SEIKI.
A sua volta DMG deriva dalle fusioni Deckel Maho Gildemeister. I nostri partner tedeschi non lasciano morire le fabbriche di macchine utensili (genitrici di tutte le macchine e produzioni); le cistringono a compattarsi.
Pero' anche Graziano cessa i torni paralleli. Siderotecnica sopperisce con Spagnoli (Pinacho, CMZ) , e cecoslovacchi (Skoda TOS) , oltre che con EMCO e Niles Simmons.
Morini e Bossi rappresenta la prestigiosa Heiligenstaedt  ,e Georg.
Siderotecnica collabora, nell'immediato periodo post Graziano, nel Nord Est con Celada (Okuma, Colchester, SMT).

Oggi

Dagli anni 80 in poi le storie si intrecciano; sia nelle aziende di distribuzione che in quelle di produzione.
Nel primo scorcio di questo secolo (per non sbagliare diremmo: dalle Twin Towers in poi), le trasformazioni sono vorticose: cessazioni, passaggi di mano, cambi drastici di prodotti!
Cazeneuve passa indenne tutte le trasformazioni, e rimane fedele al suo tornio raffinato per il "tornitore coi baffi", che passa la mano al giovane collega, cui ha insegnato la tecnologia del magico truciolo di tornitura.
Con lo "smart lathe" di Cazeneuve il vecchio ed il giovane continuano a tornire apportando il loro sapere e la loro esperienza.

Tornio Expert a BIMU 2016

Venite a trovarci in BIMU dal 4 all'8 ottobre 2016!

 

Solido. Preciso. Migliore.

Questo sei tu. Permettici di aiutarti a scegliere gli strumenti di produzione che lo siano quanto te.